Le profezie bibliche sulla diffusione dell’Islam 3 La profezia di Abramo

Le profezie bibliche sulla diffusione dell’Islam 3 La profezia di Abramo
Le profezie jpg

4.1 La profezia di Abramo

La figura di Abramo è di fondamentale importanza nelle religioni abramitiche, tra cui l’Islam. Secondo la tradizione islamica, Abramo è considerato un profeta e un modello di fede. Le profezie bibliche riguardanti Abramo sono molteplici e contengono anche riferimenti all’avvento del profeta Mohammed (saaw).

Nel libro della Genesi, Dio fa una promessa ad Abramo, dicendo: “E in te saranno benedette tutte le famiglie della terra” (Genesi 12:3). Questa promessa è stata interpretata dagli studiosi islamici come una profezia sull’avvento di un profeta che avrebbe portato la benedizione di Dio a tutte le nazioni.

Inoltre, nel libro della Genesi, Dio dice ad Abramo: “E tutte le nazioni della terra saranno benedette in lui” (Genesi 18:18). Questo versetto è stato interpretato come una profezia sull’avvento di un profeta che avrebbe portato la benedizione di Dio a tutte le nazioni, compresa la nazione araba da cui sarebbe nato il profeta Mohammed (saaw).

Un’altra profezia biblica che riguarda Abramo si trova nel libro della Genesi, quando Dio dice ad Abramo: “Guarda verso il cielo e conta le stelle, se puoi contarle… Così sarà la tua discendenza” (Genesi 15:5). Questa profezia è stata interpretata come una promessa di una discendenza numerosa per Abramo, che avrebbe incluso il profeta Mohammed (saaw) e i suoi seguaci.

La profezia di Abramo sull’avvento del profeta Mohammed (saaw) è anche menzionata nel Corano. Nel Corano, Abramo prega per la venuta di un profeta che guiderà le persone sulla retta via. Nel versetto 2:129 del Corano, si legge: “Signore nostro, manda loro un messaggero tra di loro, che reciti loro i Tuoi segni, insegni loro il Libro e la saggezza e li purifichi. Tu sei il Potente, il Saggio”.

Questa preghiera di Abramo è stata interpretata dagli studiosi islamici come una profezia sull’avvento del profeta Mohammed (saaw), che avrebbe recitato i segni di Dio, insegnato il Libro (il Corano) e la saggezza e purificato le persone attraverso la sua guida spirituale.

In conclusione, le profezie bibliche riguardanti Abramo contengono riferimenti all’avvento del profeta Mohammed (saaw). Queste profezie sono state interpretate dagli studiosi islamici come promesse di un profeta che avrebbe portato la benedizione di Dio a tutte le nazioni e guidato le persone sulla retta via. La figura di Abramo è quindi considerata un importante precursore del profeta Mohammed (saaw) nell’Islam

4.2 La profezia di Daniele

La profezia di Daniele è una delle profezie bibliche che fa riferimento all’avvento del Profeta Mohammed (saaw). Daniele, un profeta dell’Antico Testamento, ha predetto l’arrivo di un grande profeta che avrebbe portato un messaggio di verità e giustizia.

La profezia di Daniele si trova nel libro di Daniele, nel capitolo 7, versetti 13 e 14. Questi versetti recitano:

“Nel mio sogno, guardavo ancora, ed ecco venire con le nuvole del cielo uno simile a un figlio d’uomo; egli giunse fino all’Antico dei giorni e fu fatto avvicinare a lui. Gli fu dato dominio, gloria e regno, perché tutti i popoli, le nazioni e le lingue lo servissero; il suo dominio è un dominio eterno che non passerà, e il suo regno non sarà mai distrutto.”

Questi versetti sono stati interpretati dagli studiosi come una profezia sull’avvento del Profeta Mohammed (saaw). La descrizione di uno simile a un figlio d’uomo che viene con le nuvole del cielo indica la grandezza e la maestosità del Profeta Mohammed (saaw). Il fatto che sia avvicinato all’Antico dei giorni indica che il Profeta Mohammed (saaw) avrebbe avuto un rapporto speciale con Dio e sarebbe stato scelto come Suo messaggero.

La profezia continua dicendo che al Profeta Mohammed (saaw) sarebbe stato dato dominio, gloria e regno, e che tutti i popoli, le nazioni e le lingue lo avrebbero servito. Questo si riferisce alla diffusione dell’Islam e all’accettazione del messaggio del Profeta Mohammed (saaw) da parte di persone di diverse culture e lingue. L’Islam si è diffuso in tutto il mondo e ha un seguito di miliardi di persone, il che conferma l’adempimento di questa profezia.

Inoltre, la profezia afferma che il dominio del Profeta Mohammed (saaw) sarebbe stato eterno e che il suo regno non sarebbe mai stato distrutto. Questo si riferisce alla durata e all’influenza duratura dell’Islam nel corso dei secoli. Nonostante le sfide e le persecuzioni, l’Islam è sopravvissuto e continua ad essere una delle religioni più praticate al mondo.

La profezia di Daniele è un’altra prova dell’avvento del Profeta Mohammed (saaw) come profeta annunciato nelle Sacre Scritture. Questa profezia, insieme ad altre profezie bibliche, conferma che il Profeta Mohammed (saaw) è stato inviato da Dio come ultimo e sigillo dei profeti.

L’adempimento di queste profezie bibliche è di grande importanza per i musulmani, poiché dimostra la veridicità del messaggio islamico e la sua continuità con le precedenti rivelazioni divine. .

In conclusione, la profezia di Daniele è un’altra testimonianza delle profezie bibliche sull’avvento del Profeta Mohammed (saaw). Questa profezia descrive la grandezza e l’influenza del Profeta Mohammed (saaw) e la diffusione dell’Islam nel mondo. L’adempimento di queste profezie conferma la veridicità del messaggio islamico e l’eredità del Profeta Mohammed (saaw) come ultimo e sigillo dei profeti.

4.3 La profezia di Geremia

La profezia di Geremia è un’altra testimonianza biblica che predice l’avvento del Profeta Mohammed (saaw). Geremia è considerato uno dei grandi profeti dell’Antico Testamento e le sue parole sono state tramandate per secoli come un messaggio di speranza e guida per il popolo di Dio.

4.3.1 Contesto storico

Geremia visse durante un periodo tumultuoso nella storia di Israele. Il suo ministero profetico ebbe luogo nel VI secolo a.C., durante il regno di diversi re di Giuda. Durante questo periodo, il popolo di Israele era diviso e afflitto da conflitti interni, idolatria e ingiustizia sociale. Geremia fu chiamato da Dio a proclamare la sua parola di giudizio e speranza per il popolo.

4.3.2 La profezia di Geremia sull’avvento del Profeta Mohammed (saaw)

Nel libro di Geremia, troviamo una profezia che preannuncia l’avvento di un nuovo profeta che avrebbe portato una riforma spirituale e un rinnovamento della fede. Questa profezia si trova nel capitolo 31, versetti 31-34:

“Ecco, verranno giorni, dice il Signore, in cui io farò una nuova alleanza con la casa d’Israele e con la casa di Giuda. Non sarà come l’alleanza che ho fatto con i loro padri, quando li presi per mano per farli uscire dal paese d’Egitto, alleanza che essi hanno rotta, benché io fossi il loro sposo, dice il Signore. Ma questa è l’alleanza che farò con la casa d’Israele dopo quei giorni, dice il Signore: metterò la mia legge dentro di loro, la scriverò nel loro cuore; io sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo. Nessuno dovrà più istruire il proprio prossimo o il proprio fratello, dicendo: Conosci il Signore! perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande, dice il Signore; perché io perdonerò la loro iniquità e non mi ricorderò più dei loro peccati.”

Questo passaggio profetico è di grande importanza perché annuncia una nuova alleanza tra Dio e il suo popolo. Questa nuova alleanza sarà diversa da quella stabilita con i padri di Israele, poiché sarà scritta nei loro cuori e non richiederà più l’insegnamento di altri. Tutti conosceranno il Signore direttamente, senza bisogno di intermediari.

4.3.3 L’interpretazione della profezia

Questa profezia è stata interpretata dagli studiosi come una profezia sull’avvento del Profeta Mohammed (saaw). Secondo questa interpretazione, la nuova alleanza annunciata da Geremia rappresenta l’avvento dell’Islam e la rivelazione del Corano. La legge di Dio sarà scritta nei cuori dei credenti e tutti conosceranno il Signore direttamente attraverso la fede in Dio e l’osservanza dei suoi comandamenti.

La profezia di Geremia sottolinea anche il perdono di Dio per i peccati dell’umanità. Questo è un tema centrale nell’Islam, in cui si crede che il Profeta Mohammed (saaw) sia stato inviato come misericordia per l’umanità e come portatore del perdono divino.

4.3.4 L’adempimento della profezia

Secondo i musulmani, la profezia di Geremia si è adempiuta nell’avvento del Profeta Mohammed (saaw). Egli ha portato una nuova rivelazione divina, il Corano, che è stato scritto nei cuori dei credenti e ha guidato l’umanità verso la conoscenza di Dio. Il Profeta Mohammed (saaw) ha anche insegnato l’importanza del perdono e della misericordia, invitando le persone a pentirsi dei loro peccati e a cercare il perdono di Dio.

L’eredità del Profeta Mohammed (saaw) è ancora viva oggi, con milioni di persone che seguono la sua guida spirituale e cercano di vivere secondo i principi dell’Islam. La sua vita e il suo insegnamento continuano ad ispirare e a influenzare le persone in tutto il mondo, promuovendo la pace, la giustizia e la compassione.

In conclusione, la profezia di Geremia sull’avvento del Profeta Mohammed (saaw) è un importante elemento delle profezie bibliche che testimoniano l’arrivo di un nuovo profeta. Questa profezia sottolinea l’importanza della fede diretta in Dio e del perdono divino, temi centrali nell’Islam. L’eredità del Profeta Mohammed (saaw) continua ad avere un impatto significativo sulla vita delle persone fino ad oggi.

Visited 27 times, 1 visit(s) today

Mohamed Barakat

>