Sentenza sulla preghiera collettiva nella moschea

Sentenza sulla preghiera collettiva nella moschea
La circoncisione non dovrebbe essere un ostacolo tra una persona
[ad_1]

Sentenza sulla preghiera collettiva nella moschea

preghiera

Secondo la corretta opinione degli studiosi, la preghiera collettiva nella moschea è obbligatoria per gli uomini che ne sono capaci. Ci sono molte prove, tra cui:
La prima prova:
Dio Onnipotente ha detto: (E se sei tra loro e stabilisci la preghiera per loro, lascia che un gruppo di loro stia con te e lascia che prendano le loro armi…) Sura An-Nisa, versetto 102
Punto di ragionamento:
Uno di loro: Dio Onnipotente ha comandato loro di pregare in congregazione, poi Lui Onnipotente ha ripetuto di nuovo questo comando contro il secondo gruppo, dicendo: (E se arriva un altro gruppo che non ha pregato, lascialo pregare con te…)
Questa è la prova che la congregazione è un obbligo per i notabili, se Dio Onnipotente non la rinunciasse al secondo gruppo a causa dell’azione del primo gruppo. E se la congregazione fosse Sunnah, la migliore scusa per il suo fallimento sarebbe la scusa della paura: se fosse un obbligo sufficiente, verrebbe meno per l’azione del primo gruppo.
In evidenza in versi ed è obbligatorio sugli oggetti.
Questi sono tre aspetti
Gli ordinò di farlo per primo.
· Poi gli ordinò di farlo una seconda volta.
· E non permetteva loro di uscirne in caso di paura.
Quarta prova:
1- Ciò che è stato dimostrato nei due libri Sahih, e questa è la formulazione di Al-Bukhari: Sull’autorità di Abu Hurairah, che Dio sia soddisfatto di lui: Il Messaggero di Dio, che le preghiere di Dio e la pace siano su di lui, ha detto : “Per Colui nelle cui mani è la mia anima, stavo per ordinare che venga raccolta la legna da ardere, quindi ordinare che le venga data la preghiera e la chiamata alla preghiera, quindi comandare a un uomo.” Quindi il popolo guiderà nella preghiera , allora andrò da alcuni uomini e brucerò le loro case sopra di loro. Per Colui nelle cui mani è l’anima mia, se sapesse che troverà una vena grassa o due buone pietre, avrebbe assistito alla preghiera della sera”.

2- Secondo l’autorità di Abu Hurairah, che Dio sia soddisfatto di lui, che il Messaggero di Dio, che le preghiere di Dio e la pace siano su di lui, ha detto: “La preghiera più gravosa per gli ipocriti è la preghiera della sera e la preghiera dell’alba, e se sapessero cosa c’è dentro, sarebbero venuti da loro anche se avessero strisciato, e io stavo per ordinare che fosse eseguita la preghiera, e poi avrei ordinato.” Un uomo che guidava il popolo in preghiera, poi lui è venuto con me con degli uomini che portavano fasci di legna da ardere alle persone che non stavano assistendo alla preghiera, così ho bruciato loro le case”. D’accordo.

3- E secondo l’Imam Ahmad, sulla sua autorità, il Messaggero di Dio, che Dio lo benedica e gli conceda la pace, disse: “Se non fosse stato per le donne e i bambini nelle case, avrei eseguito la preghiera della sera e avrei ordinato i miei ragazzi a bruciare col fuoco ciò che era nelle case”.

4- Il Profeta, che le preghiere di Dio e la pace siano su di lui, non fece quello che intendeva fare a causa dell’ostacolo che, secondo lui, gli impediva di farlo, cioè che le case contengono ciò che non è obbligatorio per il gruppo, comprese le donne e i bambini: se li avesse bruciati per loro, la punizione si sarebbe estesa a coloro per i quali non è obbligatoria.
Quinta prova:
· Muslim raccontò nel suo Sahih che un cieco disse: O Messaggero di Dio, che le preghiere e la pace di Dio siano su di lui, non c’è nessun leader che mi conduca alla moschea. Così chiese al Messaggero di Dio, che le preghiere e la pace di Dio essere su di lui, per dargli il permesso, e lui gli diede il permesso. Quando se ne andò, lo chiamò e gli disse: “Senti la chiamata?”. Lui disse: Sì. Ha detto: “Allora rispondi”. E quest’uomo è Ibn Umm Maktum. E nel Musnad dell’Imam Ahmad e Sunan Abu Dawud sull’autorità di Amr Ibn Umm Maktum, disse: Ho detto: O Messaggero di Dio, “Sono cieco e ho una casa vasta, e ho un leader “Chi non mi si addice. Mi troverete cieco? Il permesso di pregare in casa mia? Ha detto: “Senti la chiamata?” Ha detto: Sì. Ha detto: “Non riesco a trovarti il ​​permesso .”

· La questione assoluta dell’obbligo, e allora cosa accadrebbe se l’autore della legge islamica dichiarasse che non vi è alcun permesso per un servo di restare dietro un cieco la cui casa è vasta e il cui capo non è adatto a lui? Se il servo avesse una scelta tra pregando da soli o in gruppo, allora le persone più meritevoli di questa scelta sarebbero come questo cieco.
Sesta prova:
Abu Dawud e Abu Hatim Ibn Hibban narrarono nel loro Sahih sull’autorità di Ibn Abbas, che disse: Il Messaggero di Dio, che Dio lo benedica e gli conceda la pace, disse: “Chiunque ascolta la chiamata e non gli è impedito di seguirla ha una scusa.” Hanno detto: Qual è la scusa? Ha detto: “Paura o malattia, la preghiera che ha pregato non è stata accettata da lui”.
Settima prova:
Ciò che il Musulmano raccontò nel suo Sahih sull’autorità di Abdullah bin Masoud, che disse: Chiunque sia lieto di incontrare Dio domani come musulmano, osservi queste preghiere ovunque le chiami, poiché Dio le ha prescritte per il vostro Profeta, possa Dio benedirlo e concedetegli la pace, la Sunnah della guida, e sono tra le Sunnah della guida, anche se pregate nelle vostre case come questa persona ritardata prega nella Sua casa, avreste abbandonato la Sunnah del vostro Profeta, e se l’aveste abbandonata della Sunnah del tuo Profeta, saresti andato fuori strada. Non c’è uomo che si purifichi e si purifichi bene, poi vada in una di queste moschee, eccetto che Dio gli registri una buona azione per ogni passo che fa, e lo elevi in rango per questo, e gli toglie per questo una cattiva azione. E tu ci hai visto, e nessuno lo trascura tranne un ipocrita noto per la sua ipocrisia, e a quest’uomo veniva data una ricompensa. Con esso guidò i due uomini finché non rimase in fila. E in una parola, disse: O Messaggero di Dio, possa Dio benedirlo e concedergli la pace, insegnarci le leggi della guida, e tra le leggi della guida c’è la preghiera nella moschea in cui il viene dato l’invito alla preghiera.
Senso:
Ha fatto dell’allontanamento dal gruppo uno dei segni degli ipocriti, di cui si conosce l’ipocrisia.

Chiediamo a Dio di aiutarci a ricordarlo, a ringraziarlo e ad adorarlo bene, e Dio Onnipotente lo sa meglio.

[ad_2]

Source link

Visited 2 times, 1 visit(s) today

Mohamed Barakat

>