Il Dajjal, la bestia, Gog e Magog: domande e risposte sull’Islam

Il Dajjal, la bestia, Gog e Magog: domande e risposte sull’Islam
La circoncisione non dovrebbe essere un ostacolo tra una persona

[ad_1]

Il Dajjal, la bestia, Gog e Magog: domande e risposte sull’Islam

Meno male.

Di seguito è riportata una breve descrizione dal Corano e dall’autentica Sunnah sull’autorità del Profeta, che Dio lo benedica e gli conceda la pace, riguardo a questi tre segni principali dell’Ora che avverranno alla fine dei tempi, prima dell’Ora inizia.
Il Dajjal: un essere umano creato da Dio. Alla fine dei tempi emergerà dalla sua rabbia, scatenando il caos sulla terra, rivendicando la divinità e chiamando le persone ad adorarlo. Tenterà le persone con le cose soprannaturali che Dio ha dato lui, come piovere, ravvivare la terra con le piante e far emergere i suoi tesori. È un giovane basso, rosso, ricciuto, con un occhio solo, a cui è cancellato l’occhio destro. Sull’altro c’è scritto un grosso pezzo di carne tra i suoi occhi: Infedele, e la maggior parte degli ebrei che lo seguono finiranno per mano di Jesus bin Maryam bin Maryam, che lo uccide con una lancia nella città di Lydda in terra di Palestina.
Gog e Magog: due tribù infedeli discendenti di Adamo, con facce larghe e occhi piccoli. Stavano portando danni nel paese, così Dio sottomise Dhul-Qarnayn e costruì una diga che li imprigionò. Continueranno a scavarla finché Dio permette la loro uscita alla fine dei tempi dopo che Gesù, la pace sia su di lui, uccide l’Anticristo. Usciranno in gran numero e berranno il lago di Tiberiade e diffonderanno il male nel paese. Nessuno ha l’energia per affrontarli, quindi Gesù , la pace sia su di lui, e i credenti si schierano con lui sul monte Al-Tur finché Dio non distrugge Gog e Magog con i vermi che mangiano i loro colli, e Dio manda uccelli che gettano i loro cadaveri in mare e pioggia che lava la terra dal loro fetore.
L’animale: una grande creatura che Dio fa emergere quando le persone sono corrotte, parla loro, li ammonisce, dà un senso, parla e nomina le persone sul naso come un segno e un segno che distingue il credente dal non credente. Per maggiori dettagli e prove, vedere il libro Signs of the Hour di Yusuf al-Wabel o il libro The Great Resurrection di Omar al-Ashqar
Il compito del musulmano è credere e credere in ciò che è stato riferito da Dio e dal Suo Messaggero, e in quante meraviglie e cose strane Dio ha creato e sta creando in questo mondo che indicano la sua forza e capacità, l’Onnipotente.

[ad_2]
Source link

Visited 4 times, 1 visit(s) today

Mohamed Barakat

>