6 grandi depositi nella banca dei sentimenti tra genitori e figli

6 grandi depositi nella banca dei sentimenti tra genitori e figli
6 grandi depositi nella banca dei sentimenti tra genitori e jpg

[ad_1] 6 grandi depositi nella banca dei sentimenti tra genitori e figli

sentimenti tra genitori e figli
sentimenti tra genitori e figli

Come fa una madre a fare amicizia con la figlia di sei anni? Come fai a essere onesto con lei?Come può essere rafforzato il loro rapporto come amici e non come madre e figlia? Come guidarla senza farla sentire repressa o ingiusta? Come può una madre non essere un ostacolo alla realizzazione delle “speranze” infantili della figlia? Quando sei d’accordo con lei e quando la metti fine senza farla obbedire? ipocrisia O per paura? Oltre a ciò, come si può gestire la banca dei sentimenti tra genitori e figli immettendo grandi depositi che alla fine raggiungano la relazione desiderata tra genitori e figli?

Consolidare il rapporto tra il figlio e i suoi genitori è uno dei temi più importanti dell’educazione, uno dei temi educativi più importanti a cui bisogna prestare attenzione, se non il più importante, perché apre la strada alla risolvere altri problemi che verranno dopo, perché è la pietra angolare del processo educativo. Affinché questo processo abbia successo e si sviluppi, è necessario che ci sia gente brava e competente nel gestire e organizzare la banca dei sentimenti tra genitori e figli.

Quanto è meraviglioso per una madre cercare, ad esempio, mezzi e metodi con cui avvicinarsi a sua figlia e cercare di comprendere lei, i suoi sentimenti e le sue ambizioni fin dall’inizio della vita di sua figlia, anche quando raggiunge l’età di la femminilità – che è l’età critica in cui la figlia ha un disperato bisogno della comprensione, della pazienza e anche degli orizzonti della madre – Il rapporto tra loro era nelle migliori condizioni.

Stephen Covey e la banca dei sentimenti

Come raggiungiamo questo nobile e nobile obiettivo di gestire la banca dei sentimenti tra genitori e figli? Ciò può essere ottenuto con accorgimenti pratici – chiediamo il vostro permesso – che prendiamo in prestito dallo scrittore americano “Stephen Covey” nel suo famoso libro “Le sette abitudini delle persone altamente efficaci”. Stephen Covey è uno degli autori più importanti al mondo che prestò grande attenzione allo sviluppo personale e affermò che se vogliamo dare l’esempio, questo buon rapporto con gli altri deve essere una grande risorsa nella banca dei sentimenti.

La banca dei sentimenti è un uso metaforico che descrive la quantità di fiducia che nasce durante una relazione. È il sentimento di sicurezza con l’altro. Se poniamo depositi di cordialità e cortesia e manteniamo impegni verso coloro con cui desideriamo stabilire un legame relazione, allora il nostro equilibrio nella banca dei sentimenti aumenterà, o addirittura aumenterà, e avremo una riserva. È consentito espandere il petto e tollerarsi a vicenda, ma ciascuna delle parti deve stare attenta a non uscire da questo equilibrio una alla volta. uno, in base alla forza della relazione.

6 fantastici depositi nella banca dei sentimenti di tua figlia

Nel rapporto tra una madre e la figlia, che non può superare i sei anni di età, cioè è ancora bambina, la banca dei sentimenti della ragazza è quell’immenso equilibrio che conduce a quel rapporto così stretto attraverso 6 grandi depositi, come descritti da “Covey”, che sono:

1- Comprendere l’individuo:

La madre deve cercare sinceramente di comprendere sua figlia, e questo non dovrebbe essere fatto tormentandola o perseguitandola costantemente. Per trasmetterle quello che le si agita nel petto, ma la questione richiede osservarla, osservare cosa le piace e cosa odia, cosa fa e cosa non fa, le sue capacità, la sua creatività e le sue competenze. Tutte queste sono cose che possono farsi scoprire osservando e chiedendo di lei a scuola, di come si comporta con i suoi amici e compagni di classe attraverso l’osservazione dei suoi insegnanti, e della sua interazione con gli altri attraverso l’osservazione di conoscenti e parenti, e attraverso il modo semplice, calmo, amichevole, e un caloroso dialogo tra loro.

Tutto ciò fa conoscere alla madre sua figlia e i suoi interessi. La madre è interessata a ciò che interessa alla figlia e parlano insieme di questi interessi onestamente, e lo scopo di questa conversazione non è quello di indurre la figlia a rivelare alcuni dei suoi segreti a sua madre, in modo che la madre non si giri questo dialogo caldo e franco nella predicazione, nella guida e nelle direttive, ma piuttosto la lascia parlare senza limitare i suoi pensieri.

2- Le piccole cose:

“Covey” dice: “Le piccole cose nelle relazioni sono uguali alle grandi cose.” Per chiarire il significato di cosa significa “Covey”, faremo un esempio: se una madre fosse sorpresa che suo marito tornasse dal lavoro una sera e le portò un mazzo di fiori bellissimi o una sola rosa senza che lei fosse presente. adatta a questo, e glielo presentò con parole gentili. Quale sarebbe allora il sentimento della madre con questa rosa e queste parole? Non c’è dubbio che queste cose apparentemente piccole hanno aggiunto molto al credito del marito nei confronti della moglie, e questa è la stessa cosa tra una madre e sua figlia, quindi se l’accompagni con lei hanno fatto un picnic e hanno preso una bibita o un gelato insieme, e la madre non intendeva altro che una presentazione felicità Nel suo cuore, questo aumenterà notevolmente il credito della madre nei confronti della figlia.

3- Mantenere le promesse:

Una sola volta in cui non si mantiene una promessa fatta ai figli è sufficiente per prelevare un enorme saldo dalla banca dei sentimenti, quindi la madre dovrebbe stare attenta a non promettere nulla a sua figlia a meno che non sia certa, a Dio piacendo, che ciò sarà realizzato e mantenuto. ..

4- Chiarimento e interpretazione delle aspettative:

La maggior parte delle difficoltà nelle relazioni risiedono in aspettative di ruolo ambigue e contrastanti; Determinare chi fa qualcosa, come comunichiamo con i nostri figli e quando chiediamo loro di completare un lavoro o di aiutare con qualcosa… tutto questo, se non chiaro, non è ambiguo per tutte le parti tra le quali si costruiscono strette relazioni; Ciò porterà alla frustrazione e all’incomprensione degli altri.

Ad esempio: Se la madre si aspettava che sua figlia, ad esempio, riordinasse la sua stanza e l’aiutasse a riordinare la casa o a comprare alcune cose e lei non lo faceva; Ciò la porta a essere trattata come una figlia ingiusta, o come una che non apprezza ciò che la madre sopporta per lei. Allo stesso modo, quando i bambini si aspettano qualcosa dai loro genitori – come comprendere i loro sentimenti e desideri e concedere un certo grado di indipendenza – e poi ciò non accade, diventano estremamente delusi e frustrati..

Pertanto, la madre deve prima adottare questo approccio per chiarire le sue aspettative nei suoi confronti, il ruolo assegnatole e come svolgerlo, quindi prenderla come modello e abituarsi ad essere sincera con le sue aspettative nei suoi confronti. Si fanno capire a vicenda i limiti del loro ruolo, cosa dovrebbero fare e come.

5- Integrità personale (buon modello):

Se trattiamo i nostri figli e la nostra famiglia con valori, ideali e principi – come: onestà, onestà, mantenimento delle promesse, uguaglianza, giustizia, impegno, altruismo, ecc. – ma trattiamo con principi diversi con gli altri, i bambini sentiranno il doppio standard, la nostra credibilità nei loro confronti cadrà e loro non si sentiranno sicuri e la questione potrebbe persino raggiungere il disprezzo e l’avversione..

6- Chiedere scusa sinceramente quando ci si allontana dall’equilibrio dei sentimenti:

Quando ci allontaniamo dall’equilibrio dei sentimenti, dobbiamo scusarci sinceramente, e i depositi più importanti arrivano con parole sincere come: ho sbagliato, o non è stato carino da parte mia metterti in imbarazzo davanti ai tuoi amici, o è stato un grosso errore. da parte mia per esporti a questa situazione..

Ma la madre non dovrebbe scusarsi troppo, perché troppe scuse vengono interpretate come insincere, oltre a far perdere lo status, l’apprezzamento e il rispetto necessari al rapporto tra i figli e i loro genitori..

[ad_2]

Source link

Visited 1 times, 1 visit(s) today

Mohamed Barakat

>